Gabbia GB by Apicoltura Bianchi

Caratteristiche tecniche, utilizzi, applicazioni della “Gabbia GB”, uno strumento professionale ideato e brevettato da chi lavora con le api da oltre 20 anni ...

Apicoltura Bianchi: tutto nacque quasi per caso ...

L’Apicoltura Bianchi nasce alla fine degli anni ottanta. La golosità del titolare (Giovanni Bianchi) per il miele, ha per così dire condizionato tutta la sua vita.
A poco più di diciannove anni in una serata tra amici conobbe una ragazza di nome Barbara che guarda caso era la figlia di un certo Arcangelo, un apicoltore hobbista del suo paese dal quale la famiglia Bianchi ha sempre acquistato miele.
Da quella serata d’inverno ... nacque una storia tutta da vivere e raccontare …

La nostra passione per il miele e i suoi derivati

MieleLe tipologie di miele prodotte sono essenzialmente Acacia, Melata di Metcalfa Pruinosa, Millefiori, Tiglio, Castagno ed in quantità minore Agrumi.
Nel corso degli anni abbiamo individuato zone ideali per queste produzioni, riuscendo ad ottenere ottimi mieli dal punto di vista chimico-fisico e organolettico.

A conferma di questo la nostra azienda può vantare, per alcuni tipi di miele prodotto, riconoscimenti sia a livello provinciale che nazionale per aver partecipato a concorsi noti al settore. Citiamo su tutti il “Concorso nazionale dei migliori mieli d’Italia Giulio Piana”.

Miele ma non solo

L’apicoltura Bianchi propone Famiglie e Nuclei di ApiL’Apicoltura Bianchi ha sviluppato nel corso degli anni una riconosciuta esperienza. Questo le ha consentito di proporre sul mercato anche prodotti e attrezzature particolari e di nicchia.

Su tutti meritano considerazione le Famiglie e i Nuclei d’Api che insieme alla Gabbia GB rappresentano il frutto della nostra ricerca e della nostra evoluzione nel mondo dell’apicoltura.

Innovazione

Nel corso degli anni la nostra azienda ha investito molto per migliorare le tecniche di produzione estrazione e confezionamento dei prodotti.

Migliorie sono state effettuate nel razionalizzare la transumanza, eliminando buona parte del lavoro manuale di carico e scarico degli alveari sull’autocarro. Questa operazione viene effettuata tramite un braccio meccanico installato sull’automezzo, cosi facendo è possibile caricare un numero maggiore di alveari in una nottata di lavoro.

Anche per l’estrazione del miele si è provveduto a evolvere il processo, acquistando attrezzature molto produttive completamente in acciaio INOX, che ci permettono di estrarre il miele dai favi senza intaccarne minimamente le qualità fisiche, chimiche e organolettiche. Da sottolineare il fatto che durante tutto il ciclo di lavorazione del miele, l’operatore non viene mai a contatto con il prodotto fino all’invasettamento compreso.

Inoltre la parte del confezionamento è stata potenziata, tralasciando il riempimento e una etichettatura manuale, per giungere ad una soluzione automatizzata che potesse dare garanzia anche nei confronti del consumatore finale di un prodotto in piena regola sotto tutti gli aspetti igienico sanitari.