Gabbia GB by Apicoltura Bianchi

Caratteristiche tecniche, utilizzi, applicazioni della “Gabbia GB”, uno strumento professionale ideato e brevettato da chi lavora con le api da oltre 20 anni ...

Condizioni per la richiesta

Disponiamo di nuclei su 6 telaini e famiglie d’api su 10 telai dalla metà di aprile in poi. Gradita la prenotazione al (+39) 347.24.66.105.

Caratteristiche

I nuclei sono preparati nella nostra azienda senza utilizzo di antibiotici (in quanto vietati) per il controlPostazione di nuclei nella fase dei travasi durante la fiioritura del ciliegiolo delle malattie delle api. Sono in genere costituiti da sei favi coperti di api, di cui 4/5 contenenti covata in tutti gli stati e uno di scorte contenente miele e polline. I telaini utilizzati in genere non hanno più di 2 anni di età, sono presenti almeno 2 telai costruiti da meno di una stagione.

Questi nuclei generalmente vengono costituiti l’anno prima e venduti dopo svernamento nella primavera successiva. Ognuno di loro ha subito trattamenti antivarroa con prodotti registrati idonei al loro buon mantenimento. Le regine hanno circa 7/9 mesi di età. Si tenga presente che i nuclei che hanno superato l’inverno sono in genere molto più affidabili, forti e sani rispetto a quelli fatti al bisogno.

È possibile acquistare famiglie d’api complete, su dieci telaini di cui almeno cinque contenente cova-
ta in tutti gli stadi con regina dell’anno precedente. L’acquisto di famiglie già equilibrate, non richiedo troppo lavoro e sono già pronte per la produzione di miele, ma sono sconsigliabili ai principianti per-
ché non avendo una certa dimestichezza con le api, le famiglie se non controllate attentamente posso-
no sciamare facendo perdere all’apicoltore il raccolto, lo sciame e molte volte anche la famiglia.

Consigli per la gestione dei nuclei

Sono forniti con nostri cassettini in legno con cauzione che verrà resa al momento della restituzione degli stessi. Per i principianti è possibile anche effettuare i travasi a nostra cura nelle arnie fornite in precedenza.

Nuclei appena travasatiI nuclei quando sono posti in un’unica postazione, magari ammassati per problemi di spazio, è meglio che siano fatti sostare per qualche giorno (4/5 gg.).
Il travaso nell’arnia a 10 favi, s’inizia dopo aver spostato all’indietro di qualche metro il cassettino e al suo posto sarà collocata l’arnia che deve ricevere lo sciame.

S’inizia a travasare tutti i favi del nucleo nella nuova arnia, avendo l’accortezza di disporre i telaini con lo stesso ordine che avevano in origine. Molto importante è trovare la regina ed essere sicuri che sia inserita nella nuova dimora.
Può succedere che la stessa sia in giro sulle pareti dell’arnia, quindi usate molta attenzione e attenti a non perderla.

Le api bottinatrici che si alzano in volo, verranno attirate nella nuova arnia dalle api ventilatrici che diffondono nell’aria il profumo della ghiandola di Nasonof posta al termine dell’addome. Le api che rimangono attaccate al cassettino saranno scosse sopra l’arnia. Durante il travaso si aggiungono uno o due fogli cerei. Inserirli come secondo di destra e secondo di sinistra, dopodiché si restringe il nido con un diaframma.
Solo nelle successive visite di controllo secondo lo sviluppo della famiglia, si aggiungeranno altri telaini contenenti fogli cerei.

Capita nelle primavere avverse di dover nutrire la nuova famiglia. Due, quattro litri di sciroppo distribuite nell’arco della settimana possono essere sufficienti, fino a che il tempo non si stabilizza.
Se farete tutto con precisione e professionalità in genere dopo 15/20 gg. vi ritroverete un famiglia ben popolata, pronta per ricevere il melario e sfruttare l’imminente raccolto.